Breaking

Sanitari: come disporli in un bagno piccolo

ARCHITETTURA / CASA E ARREDAMENTO / EDILIZIA / IDRAULICA / IN EVIDENZA / Ristrutturazioni / 7 settembre 2020

Una delle stanze utili e fondamentali da avere in casa è il bagno. Avete un bagno piccolo? Non disperate. Per arredarlo basta avere i giusti elementi e saper sistemare in modo ottimale tutte le parti di arredo che lo caratterizzano.

Con i consigli di Idraulico Genova abbiamo messo a disposizione delle indicazioni utili per disporre in modo ottimali i sanitari all’interno di un bagno piccolo.

 

Disposizione sanitari in un bagno piccolo: progettazione

Innanzitutto, bisogna prendere le misure: Le dimensioni minime dei wc e del bidet sono circa 40cm di larghezza e 55cm di profondità. Il wc deve essere posizionato ad almeno 15-20cm dalla parete accanto. Il bidet almeno 20cm.
Tra wc e bidet devono esserci almeno 20-25cm. Il lavabo solitamente ha una profondità di circa 45-50cm; mentre una vasca di piccole dimensioni è 70x170cm e la dimensione minima della è 80x80cm. Tra questi elementi citati, il bidet, non è sempre di fondamentale importanza. La cosa più importante da rispettare sono le distanze, infatti per risultare comodo tutti i sanitari devono avere uno spazio antistante di almeno 55 cm.

 

Scelta dei sanitari

La scelta dei sanitari è anch’essa importante: per un bagno piccolo si potranno scegliere sanitari salvaspazio.
Non sarà difficile trovarli,in tutte le aziende si potrà trovare almeno una collezione con sanitari sospesi o o a pavimento.
I sanitari sospesi, sono più consigliati per i bagni davvero molto piccoli. Essi porteranno molta più lucentezza e leggerezza.
Per la scelta tra bagno e doccia bisognerà constatare sia le esigenze da voi richieste che lo spazio del vostro bagno.
La doccia risulta migliore quella con spessore ridotto e con un box doccia in vetro o cristallo, che vi garantirà il passaggio della luce, ma soprattutto un bel look ed eleganza. Se invece, desiderate una vasca, le uniche adatte sono quelle a piccole dimensioni: le vasche compatte.

 

Come far sembrare un bagno piccolo più grande?

Per far sembrare un bagno più grande si possono usare colonne contenitive dall’aspetto minimale e scegliere rivestimenti chiari o in resina.
Tutto l’ambiente deve risultare luminoso, ma si potrebbe anche scegliere un pavimento chiaro-scuro.
I colori sono fondamentali, soprattutto quelli del pavimento, dei rivestimenti e delle pitture. Da evitare sono i colori scuri, caldi e varie tinte diverse; mentre i colori da tenere in considerazione, che aiutano un bagno piccolo a sembrar più grande, sono le gradazioni di grigio, il colore azzurro o celeste e le tinte bianche con le sue varie sfaccettature.
Un’altro aspetto che ci può aiutare è la scelta dello specchio grande. Con questa scelta si darà un senso di profondità, allargando le superfici. Ma devono essere posizionati il più vicino possibile dall’ingresso.

 

Organizzazione degli arredi del bagno piccolo

Fondamentale è evitare il caos: potrete utilizzare mensole, quadri, ripiani etc., ma bisogna essere ordinati, sia nei colori che nella sistemazione degli oggetti.
In conclusione le cose che bisogna ricordare di massima importanza sono:

  • l’illuminazione;
  • I colori;
  • Unico stile.

Abbiamo ben capito che, quando si parla di bagno, bisogna prestare la massima attenzione: va valutato tutto molto bene, in modo da ottenere il miglior risultato senza incorrere ad errori banali che possono rovinare il tutto.


Tag:, , ,








Previous Post

Come progettare e realizzare l'impianto elettrico di casa

Next Post

Condizionatore portatile: cos'è e come installarlo





You might also like



0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Come progettare e realizzare l'impianto elettrico di casa

Quando ristrutturiamo o compriamo casa, uno dei passaggi fondamentali durante il processo progettuale è sicuramente la realizzazione...

7 September 2020


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n' 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non e' responsabile del contenuto dei commenti ai post, ne' del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio.Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari. Marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e societa' citati possono essere marchi di proprieta' dei rispettivi titolari o marchi registrati da altre societa' e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.