Breaking

Quali sono i vantaggi delle finestre in PVC

CASA E ARREDAMENTO / EDILIZIA / Ristrutturazioni / SERVIZI / SICUREZZA / 17 settembre 2020

Se hai in programma di sostituire le finestre della tua casa o ne devi installare alcune in quella appena ristrutturata e non sai quale scegliere, una buona opzione e senza compromessi è sicuramente quella dei modelli in PVC. Infatti questi serramenti oltre ad essere versatili in termini di tonalità offrono soprattutto robustezza, eleganza, durabilità a lungo termine e risultano altamente ecologiche. Tanti altri sono tuttavia i vantaggi offerti da questo materiale e che vale sicuramente scoprire insieme con questo articolo scritto dopo aver consultato gli esperti del settore di Fabbro Genova, azienda leader nel mercato ligure.

Le finestre in PVC riducono i costi energetici

Il telaio di una finestra in PVC gioca un ruolo decisivo in termini di isolamento termico efficiente ed economico. I profili ottengono infatti il massimo dei voti rispetto alle finestre in alluminio o in legno, poiché consentono di ottimizzare l’isolamento termico e di conseguenza sono in grado di ridurre sensibilmente i costi energetici. Esiste infatti un potenziale particolarmente elevato di risparmio energetico quando si utilizzano infissi in PVC nella casa, grazie anche alla qualità del materiale stesso e all’utilizzo del triplo vetro. Quest’ultimo tra l’altro si rivela ideale per ottimizzare di gran lunga l’isolamento acustico.

Le finestre in PVC sono economiche e durature

Le finestre in PVC offrono chiari vantaggi sia in termini di costi che per la loro durata. I telai in legno sono infatti di circa il 20-30% più costosi dei profili in PVC e quelle in alluminio costano ancora il 30% in più. Grazie all’elevato potenziale di risparmio energetico e alla manutenzione minima per l’intero ciclo di vita (oltre 50 anni), si riducono anche i costi di manutenzione che gli altri modelli necessitano a causa dell’eliminazione di antiestetiche screpolature, rotture, tinteggiature eccetera.

Le finestre in PVC sono facili da pulire

Le finestre in PVC specie se di alta qualità sono molto più facili da pulire e richiedono una manutenzione davvero minima. Quelle in legno invece devono essere riverniciate ogni due anni circa specie se si trovano in un ambiente ad alto tasso inquinante o in un contesto marittimo dove la salsedine è particolarmente aggressiva. Il PVC all’avanguardia è infatti estremamente resistente agli agenti atmosferici e alla luce. Per pulire i telai delle finestre realizzate con questo materiale, è sufficiente un detersivo per piatti grazie alle proprietà di facile manutenzione delle superfici lisce del profilo.

Le finestre in PVC sono molto resistenti

A differenza delle finestre in legno, quelle in PVC hanno una durata particolarmente lunga e se sono di alta qualità si distinguono per la loro resistenza alla deformazione e l’alto livello di funzionalità per anni e anni. Le finestre in PVC rappresentano quindi un ottimo investimento, anche per quanto riguarda la valorizzazione di un immobile e senza contare che sono disponibili in svariate tonalità di colore. Da ciò si evince che non ti sarà difficile trovare le finestre in PVC che meglio sia adattano allo stile e al design che hai impostato nella tua casa, o all’aspetto che ti viene imposto dal condominio in cui risiedi o dall’autorità comunale a tutela del patrimonio artistico e paesaggistico della zona.

Le finestre in PVC vantano un eccellente equilibrio ecologico

Le finestre in PVC sono riciclabili al 100% e quindi fanno risparmiare risorse. Il 40% di tutte le riserve di gas e petrolio nel mondo vengono utilizzato per il riscaldamento e per fornire energia agli edifici, mentre solo il 4% è destinato alla produzione di materie plastiche di cui solo l’1% è usato per il PVC. Detto ciò, devi altresì sapere che oltre ad essere riciclabili, la durevolezza e il basso livello di inquinamento durante la produzione dei profili in PVC aiutano a produrre un ottimo equilibrio ecologico e contribuiscono alla protezione dell’ambiente. Il contenuto di PVC una volta smaltito viene riciclato, triturato e trattato per produrre granuli in grado di darne vita ad altri e il processo può essere ripetuto per almeno sette volte.


Tag:, ,








Previous Post

Come aprire la porta di casa senza chiavi

Next Post

Guasto elettrico: come trovarlo





You might also like



0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Come aprire la porta di casa senza chiavi

Un folata di vento inaspettata ed ecco che la porta di casa si chiude: il portachiavi non è dove credevamo e ci troviamo...

17 September 2020


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n' 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non e' responsabile del contenuto dei commenti ai post, ne' del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio.Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari. Marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e societa' citati possono essere marchi di proprieta' dei rispettivi titolari o marchi registrati da altre societa' e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.