Breaking

Ospedali e strutture sanitarie: l’importanza delle giuste chiusure

ARCHITETTURA / EDILIZIA / IN EVIDENZA / INDUSTRIA / MEDICINA / 25 ottobre 2019

Oltre a macchinari e strumenti all’avanguardia, le chiusure degli ospedali danno un contributo invisibile ma prezioso. Le strutture sanitarie sono ambienti speciali sotto svariati punti di vista: ogni spazio lavora in autonomia per svolgere un determinato compito, ma forma insieme agli altri una macchina rodata che cura migliaia di persone ogni giorno.

La divisione tra i reparti è un tratto fondamentale, ma anche la loro interconnessione. Sale operatorie, corridoi, laboratori, camere bianche, ambulatori e tutte le zone operative devono avere la propria temperatura, massimi standard igienici, macchinari efficienti e così via. Eppure, allo stesso tempo, è importante che siano facilmente accessibili per permettere a medici, infermieri, pazienti, lettini e materiale sanitario di potersi muovere in scioltezza anche nelle situazioni di emergenza.

Ed è qui che avere porte per strutture sanitarie all’avanguardia può fare la differenza. Una chiusura per reparti di ospedale, infatti, può contribuire al mantenimento della giusta temperatura e umidità dell’aria, isolare ambienti pericolosi, prevenire la diffusione dei batteri e favorire rapidi spostamenti interni. 

Porte per ospedale in PVC: la soluzione più completa

Una delle soluzioni più richieste nel settore è il modello in telo PVC, una porta in grado di sollevarsi verticalmente riavvolgendo il manto attorno a un sistema a spirale posto sull’architrave. Un dispositivo poco ingombrante, ma molto efficiente e versatile perché esente da ancoraggi al soffitto o guide a terra. 

Grazie alla leggera soluzione in materiale PVC, le porte per ospedali si sollevano e si abbassano in pochi secondi lasciando passare a velocità sostenute barelle, medici, materiale sanitario e ambulanze. Un ottimo vantaggio quando si tratta di gestire emergenze e situazioni da codice rosso, dove anche un secondo può salvare una vita.

Molte chiusure per strutture sanitarie sono dotate di sistema automatico che apre la porta senza azionare manualmente il meccanismo, aumentando ulteriormente le prestazioni.

Giornalmente il flusso di personale, mezzi e attrezzature dentro e fuori dai reparti è continuo e sostenuto. Ecco perché le porte rapide per ospedali sono progettate per reggere cicli di lavoro molto intensi e richiedere un livello bassissimo di manutenzione, così da non inceppare la macchina della sanità.

H3 Attenzione a igiene e sicurezza

Altra questione fondamentale è l’igiene e la pulizia. Le camere bianche degli ospedali richiedono il massimo livello di pulizia e asetticità, con un’aria estremamente più pulita di quella respirata normalmente, uno spazio sterile e una temperatura precisa e costante.

Il telo in PVC è un ottimo materiale isolante che crea una barriera perfetta per contenere lo scambio di temperature tra interno ed esterno, il passaggio di aria e la conseguente diffusione di germi e batteri.

Questo aumenta la sicurezza del personale sanitario, migliora l’ambiente per i pazienti e aiuta rendere la struttura ospedaliera un ambiente adatto all’esercizio medico. 











Previous Post

Gruppi Elettrogeni

Next Post

Mid Season Sale Trussardi, presentato da InVoga Magazine





0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Gruppi Elettrogeni

L’elettricità è una delle fonti primarie di energia utilizzata nel mondo e viene prodotta in diversi modi: tramite centrali...

25 October 2019


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n' 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non e' responsabile del contenuto dei commenti ai post, ne' del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio.Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari. Marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e societa' citati possono essere marchi di proprieta' dei rispettivi titolari o marchi registrati da altre societa' e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.