Breaking

Petrolio, gli USA spingono la produzione ma non potrà durare a lungo

FINANZA / IN EVIDENZA / 12 settembre 2019

La corsa all’oro nero continua senza sosta negli Stati Uniti. Secondo l’EIA (Energy Information Administration) a settembre gli USA produrranno 8,7 milioni di barili di greggio al giorno. Da solo il Bacino Permiano – il maggiore giacimento di scisto del Paese – assicurerà altri 75.000 barili al giorno.

Quanto petrolio USA c’è ancora?

petrolioGli americani stanno incrementando velocemente la produzione. Lo scorso anno è balzata del 16,6% (in Russia dell’1,6%, in Arabia Saudita del 3,3%), perché i produttori sono stati spinti agli incrementi dala salita feroce dei prezzi (chi conosce che cos’è la volatilità significato, potrà notare alcuni picchi). Il dato importante però, è che tenedo questo ritmo, secondo gli esperti gli americani esauriranno le risorse di greggio nel giro di dieci anni.

Già a luglio il numero di torrette di trivellazione nei giacimenti del Paese si è già ridotto del 10%, passando da 1078 a 969. Si fa riferimento ai pozzi già trivellati, ma non ancora operativi. Inoltre nella zona del Bacino Permiano aumentano sensibilmente i volumi di acqua che fuoriescono invece del petrolio, e ciò rappresenta uno dei primi chiari segnali di esaurimento. Secondo alcuni calcoli, se si riuscisse ipoteticamente ad estrarre in una sola volta tutte le riserve di greggio americano, queste basterebbero a soddisfare la domanda mondiale per solo 2 anni (36,5 miliardi di barili, secondo i dati del rapporto di BP). Ci vorrebbero 8 anni invece per soddisfare la domanda interna americana (7,5 miliardi di barili l’anno).

Fatturato in calo, la fiducia anche

Qualche campanello d’allarme arriva anche dai bilanci delle grandi compagnie petrolifere. I giganti come Chevron ed Exxon Mobil, stanno investendo miliardi di dollari da tempo, eppure i risultati non ci sono. Il fatturato trimestrale di Exxon è calato del 21% rispetto all’anno precedente, e le azioni sono scese da 0,92 dollari a 0,73 dollari, per chi sa cos’è il trading sui mercati otc. Non c’è da stupirsi quindi se gli investitori stanno smettendo di finanziare il comparto (dal 2017 al 2018 i fondi si sono dimezzati). Il problema è che il settore ha minato la fiducia degli investitori negli ultimi 10 anni, ed è dura riconquistarla.


Tag:, , , ,








Previous Post

L'Avvocato spiega l'affidamento legale congiunto di un minore da entrambi i genitori

Next Post

Sviluppo sostenibile, Claudio Descalzi: il valore dei progetti e delle iniziative Eni





0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

L'Avvocato spiega l'affidamento legale congiunto di un minore da entrambi i genitori

L'affidamento congiunto viene considerato come la migliore situazione possibile in caso di separazione tra genitori, propriamente...

7 September 2019


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n' 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non e' responsabile del contenuto dei commenti ai post, ne' del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio.Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari. Marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e societa' citati possono essere marchi di proprieta' dei rispettivi titolari o marchi registrati da altre societa' e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.