Breaking

SCAFFALATURE

ARCHITETTURA / CASA E ARREDAMENTO / EDILIZIA / SICUREZZA / 24 settembre 2019

Lo sapevi che tutte le scaffalature devono rispettare delle norme di prodotto e che il produttore deve garantire la sicurezza di tutti i suoi prodotti?SCAFFALATURE

Per questo motivo deve avere un fascicolo tecnico per ognuno di essi e rilasciare una dichiarazione di conformità e delle istruzioni d’uso. Inoltre, devono essere sempre identificabili il produttore ed il prodotto.

Le scaffalature sono una famiglia molto vasta di prodotti, esse comprendono dallo scaffale da ufficio o da collocare in garage, a veri e propri edifici che hanno dimensioni molto grandi e sostengono le coperture e le pareti che le contengono.Ovviamente quando si tratta di elementi strutturali, si passa ad una tipologia di prodotti disciplinata da leggi sulle costruzioni che impongono la marcatura CE oltre che molte altre incombenze.

Parlando invece delle normali scaffalature con le quali possiamo venire a contatto nella vita quotidiana, possono essere quelle domestiche, che utilizziamo per archiviare documenti o conservare strumenti o  prodotti alimentari, oppure quelle che troviamo nei negozi, dalle quali preleviamo ad esempio i prodotti del supermercato.

Queste scaffalature di tipo semplice, rientrano comunque nella norma sulle scaffalature, ma non hanno obbligo di marcatura CE e ricadono nei prodotti generici, disciplinati dalla direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti.

Pur con dimensioni ridotte e possibilità di contenere pesi limitati, queste scaffalature devono comunque rispettare dei criteri di sicurezza, perché il loro collassamento può essere comunque pericoloso.

Rimanere schiacciati sotto la scaffalatura nel nostro garage non è propriamente un’esperienza auspicabile.

Le scaffalature devono essere progettate e realizzate tenendo conto del carico massimo ammissibile per ogni ripiano e per l’intera struttura.

Deve essere indicato quanto carico deve poter sopportare il pavimento dove viene appoggiata la scaffalatura e come deve essere eventualmente ancorata.

Appare evidente la pericolosità intrinseca in una scaffalatura se qualcuno, soprattutto bambini, vi si arrampicano, mettendone a repentaglio la stabilità.

Chiunque venda questi prodotti dovrebbe fornire informazioni adeguate sulla struttura, sui materiali, sulle modalità di utilizzo per consentire un impiego sicuro nel rispetto dei limiti di sicurezza.

Al momento dell’acquisto è sempre opportuno chiedere al venditore il maggior numero di informazioni sulla scaffalatura che stiamo per acquisire, dobbiamo pretendere di essere preventivamente informati sulle caratteristiche di ciò che utilizzeremo per immagazzinare le nostre cose, chiedere è segno di intelligenza, perché significa voler conoscere e non dare nulla per scontato.

La contestazione dopo l’acquisto presenta sempre più problemi che una seria analisi eseguita prima di decidere e di pagare.

Quando si tratta di elementi strutturali, si passa ad una tipologia di prodotti disciplinata da leggi sulle costruzioni che impongono la marcatura CE oltre che molte altre incombenze.

Pur con dimensioni ridotte e possibilità di contenere pesi limitati, queste scaffalature devono comunque rispettare dei criteri di sicurezza, perché il loro collassamento può essere comunque pericoloso.

Per qualsiasi domanda o chiarimento
non esitare a contattarci.

Se immetti in commercio qualsiasi prodotto, con o senza obbligo di marcatura CE , devi garantire la sicurezza dei prodotti.











Previous Post

Fabrizio Palermo: il nuovo assetto di Cdp sul modello francese

Next Post

Nella BAT i volontari creano maggiore consapevolezza sui diritti umani





0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Fabrizio Palermo: il nuovo assetto di Cdp sul modello francese

Fabrizio Palermo, Amministratore Delegato di Cassa depositi e prestiti, ha commentato gli obiettivi principali del nuovo...

24 September 2019


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n' 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non e' responsabile del contenuto dei commenti ai post, ne' del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio.Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari. Marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e societa' citati possono essere marchi di proprieta' dei rispettivi titolari o marchi registrati da altre societa' e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.