Breaking

L’ inverno è alle porte, cosa mi metto? Vorrei la pelle nera !!

IN EVIDENZA / MODA / 25 ottobre 2019

L’ inverno ė alle porte e si preannuncia all’insegna del nero. Non sto parlando peró di previsioni metereologiche, bensi del nuovo trend, e cioè la pelle nera: un grande classico che non passa mai di moda; anche perché ha mille sfaccettature : puo’ conferire un tocco dark e dunque grintoso al look, oppure un fascino intrigante, misterioso o, ancora, sexyDietro le quinte dello scenario moda occhieggiano alcuni capi iconici che a breve ci consentiranno di fare tuffi nel passato…La pelle nera compare infatti a partire dagli anni “30 con le dive hollywoodiane che nei primi film sonorizzati spesso vestivano mantelle o impermeabili di pelle nera cerata: ad esempio la grande diva Greta Garbo, nel film Anna Christie ne indossava uno che sottolineava la sua bellezza eterea. I lineamenti perfetti, il biondo dei capelli e l’ incarnato diafano risaltavano grazie alla morbidezza scura e graffiante dell’ impermeabile in pelle nera. Questo ė un esempio di quanto un particolare capo d’abbigliamento puö rendere unico un outfit. Nel caso di Greta Garbo l’impermeabile in pelle scura ha in effetti creato contrasti inusuali avvantaggiando non poco la regia del film. Anche perché all’ epoca le pellicole a colori non esistevano ! ( Il merito va certamente riconosciuto anche al regista per avere attuato questa vincente strategia ).La pelle nera la si ritrova in seguito negli anni 50, esaltata per esempio dal fascino ribelle di Marlon Brando, piuttosto che dal cantante di turno e altri personaggi famosi, idoli immortali da sempre emulati e fonti di ispirazione delle “masse generazionali”Da allora, naturalmente, la moda ne ha fatta di strada e ha vestito orde di ragazzi, riuscendo – come il più duttile dei materiali – a trasformarsi di continuo e ad interpretare stili e tendenze completamente differenti tra loro , ed oggi le nuove dive sono le influencers, sono loro ad ispirare i nostri outfit piu’ glam, le prime a indossare i capi in pelle ( non esclusivamente neri, pure il rosso fa tendenza ) molto piu curati nei dettagli rispetto al passato, rivisitati nei particolari e spesso resi più femminili da rouches, volant, applicazioni di strass e altri accessori.Non solo abiti, soprabiti e trench lunghi ma pure il mitico giacchino “chiodo” alla Fonzie di Happy days riemergera’ tra pochi giorni con furore nelle vetrine degli shop !Eppoi i pantaloni, larghi e svasati anni “70 o quell skinny da rock-metallari anni 90; biker, giacche fluide, gonne très chic, super raffinate di media lunghezza; che dire poi delle borsette, dei guanti e delle scarpe ?! Originali e aggressive oppure classiche e femminilissime; décolleté e stivaletti anfibi, la pelle nera quest’anno invade le collezioni in modo deciso ma gentile nel medesimo tempo.La pelle total black e’ un autentico evergreen e ora che arriva il freddo e’ tempo di esagerare, di osare. Ci sono annate speciali però, nelle quali la pelle nera ha un posto davvero preponderante negli armadi e negli outfit più cool. Ebbene, è il caso dell’ inverno 2019/20. Ecco come la indosseremo tra pochissimo !Qui vedi solo alcune proposte…..ma se sei tanto curiosa scopri una gallery molto più esauriente: leggi e guarda le foto su Invoga Magazine

.


Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,








Previous Post

Digital transformation: se ne occupa Luigino Lusuriello, Chief Digital Officer di Eni

Next Post

Economia sostenibile e attenta al sociale: gli obiettivi di “Percorsi Assisi” secondo Giovanni Lo Storto





You might also like



0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

Digital transformation: se ne occupa Luigino Lusuriello, Chief Digital Officer di Eni

"CallForGrowth" è un'importante iniziativa di Eni per fare emergere nuove idee nel campo dell'innovazione e della digitalizzazione....

25 October 2019


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n' 62 del 7.03.2001. L'autore del blog non e' responsabile del contenuto dei commenti ai post, ne' del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio.Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari. Marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e societa' citati possono essere marchi di proprieta' dei rispettivi titolari o marchi registrati da altre societa' e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.